default_mobilelogo
  • 001.png
  • 002.png
  • 003.png
  • 004.png
  • 005.png
  • 006.png
  • 007.png
  • 008.png
  • 009.png
  • 010.png

Natura

Allungata da ovest ad est per circa 11 km è larga 3.6 km, per uno sviluppo perimetrale di circa 33.3 km. Chi vi arriva per la prima volta, specie in aereo, la prima immagine che si ha dell'isola è quella di una lunga striscia di terra piatta e arida.

lampedusa tavola

Lampedusa, posta nell'estremo orientale del Canale di Sicilia, è ben lontana dalla terra ferma. Più vicina alla costa Tunisina (Africa) che a quella Italiana (Europa), racchiude al suo interno ambienti e biodiversità di questi due continenti.

L'isola è, sia a terra che a mare, "protetta", infatti lungo le sue coste ricadono una riserva regionale, un'area marina protetta, dei siti di interesse comunitario.

Molte le specie simbolo di Lampedusa a testimonianza della sua ricca biodiversità, la tartaruga Caretta caretta è quella più conosciuta ed il sito dove essa depone le uova è divenuto famoso in italia e al mondo scientifico, grazie ad un naturalista tedesco che la studiò per primo in quest'isola nel lontano 1985, Dieter Gramentz.

Varie specie di uccelli, alcuni dei quali nidificanti, piccoli crostacei che brulicano nelle pozze temporanee, rospi, o la lucertola dell'isolotto dei conigli la Psammodromus algirus, segnalata per la prima volta da Edoardo Zavattari nel 1954.

Non mancano poi piante e fiori particolari come la Caralluma europaea, la Centaurea acaulis ed altre come il Chiliadenus lopadusanus.

Questo è quello che sarà fatto in questa sezione, la descrizione degli ambienti e delle singole specie che rendono unica la natura di Lampedusa e che vogliamo condividerla con quanti vorrano leggerla in queste pagine.